Donna cristiana e adolescente brutalmente assassinati da Boko Haram in un villaggio del Camerun

Pubblicità

Una donna e un ragazzo di 16 anni, nel villaggio prevalentemente cristiano di Grossi, nel nord del Camerun, sono stati uccisi da un raid dei militanti di Boko Haram, secondo un contatto della Fondazione Barnaba.

Il ragazzo è stato rapito e in seguito ucciso. La donna è stata assassinata nella boscaglia mentre raccoglieva l’erba per le sue pecore.

Gli omicidi si sono verificati nel vicino villaggio di Grossi, spesso preso di mira da Boko Haram. Circa otto case sono state date alle fiamme dagli islamisti durante il raid, ha detto il nostro contatto.

“Abbiamo bisogno della tua preghiera perché non è facile”, ha detto.

Pubblicità

Almeno due precedenti attacchi sono stati effettuati nel villaggio quest’anno. L’11 maggio, i militanti di Boko Haram hanno saccheggiato il villaggio e bruciato due edifici sacri, mentre 67 case e due negozi sono stati danneggiati, inoltre il bestiame è stato macellato, le moto rubate e i depositi di grano danneggiati. In un precedente attacco di Boko Haram a Grossi il 25 gennaio, 190 case sono state rase al suolo quando gli aggressori hanno travolto le forze di sicurezza locali.

I villaggi cristiani nell’estremo nord del Camerun sono soggetti degli attacchi delle milizie di Boko Haram che tentano di stabilire un califfato islamico dalla Nigeria nord-orientale fino al nord del Camerun, che è prevalentemente cristiano. Le Nazioni Unite stimano che oltre 170.000 camerunensi, principalmente cristiani, siano stati costretti da Boko Haram a lasciare le loro case .

Dai contatti del fondo Barnaba