Domani al Consiglio Europeo non si deciderà nulla, Conte farà solo danni…

Oggi al Consiglio Europeo non si deciderà nulla, quindi il prossimo Consiglio Europeo sarà rimandato ancora al 18/19 giugno… Sono quindi quasi due mesi.
Nel frattempo come farà l’Italia con l’emergenza economica? Conte chiederà il permesso di sforare con ulteriori 50 miliardi che sommati ai 20 del decreto di marzo , sono 70. Tuttavia, non sono sufficienti a far fronte alla più grande crisi del secolo.

La risposta è quindi che bisogna andare oltre ai vecchi strumenti, non c’è scelta. Su questi strumenti bisognerebbe ragionare. Ma per ora nelle sedi istituzionali a Bruxelles sono lontani da questo. E la cosa abbastanza divertente (se non fosse tragica), e in Italia non ne parla neanche il governo. Non possiamo mica aspettarci che l’Europa ci suggerisca qualcosa a nostro vantaggio. Tutti i paesi pensano a sé stessi.

 

E allora? La risposta è che il nostro governo non ne ha idea. Ormai è stato perso tempo prezioso e se anche con un miracolo si decidesse di adottare nuovi strumenti, ci si metterebbe anche un anno e siccome Conte non pensa nemmeno di violare i trattati “facendo da soli”, accetterà il MES.
Ma il MES sarà una soluzione temporanea: neanche il MES sarà sufficiente (senza contare delle sue conseguenze).

Ed allora? Ci vorrebbe un piano B oltre al piano A. Tutti i paesi europei ne hanno almeno uno. E con ciò non intendo Italiexit ma un piano per avere la necessaria liquidità senza farsi male.

Bene, ma ne abbiamo parlato in Parlamento? Conte, dopo la sua famosa frase “…se non faremo da soli”, ha illustrato un piano?

La risposta è no. Il Premier non ha accettato alcun consiglio da parte dell’opposizione né da parte del M5S. Dopo un decreto Lege che lo autorizzava, ha emesso DPCM per la crisi sanitaria e non si è presentato più in Parlamento. Tutte le decisioni le ha prese in completa solitudine.  In Parlamento il Presidente del Consiglio è apparso solo il 21 aprile  con una semplice ‘informativa’ (esautorando di fatto il Parlamento).

Stiamo entrando in una pagina molto difficile della Storia italiana che molti stanno sottovalutando e minimizzando “tutto andrà bene”, … lo so non è il massimo dire queste cose quando credevano che stavamo uscendo dal lockdown del coronavirus per entrare finalmente nella fase 2…

@vietatoparlare
nota a margine: il Presidente Emerito della Corte Costituzionale ha sollevato forti riserve sulla legittimità costituzionale sulla modalità giuridica dei provvedimenti presi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.