Documentario di Arte TV sulle donne dell’ISIS, in italiano

In Siria e in Iraq le donne dello Stato islamico non erano delle vittime docili e sottomesse. Erano parte del modus operandi dell’ISIS. Quando il califfato ha conquistato Raqqa, Mosul o Deir Ezzor, lavoravano come insegnanti, infermiere, casalinghe. Dopo il lavaggio del cervello, hanno accettato un ruolo di responsabilità nella polizia islamica, o negli ospedali dell’ISIS. Una decina di loro – alcune emigrate in Turchia ed altre nascoste in Iraq e Siria – hanno deciso di testimoniare sotto anonimato, raccontando l’oppressione e le violenze che hanno subito e fatto subire.

Pubblicità

JOIN THE DISCUSSION