Differenze sostanziali tra l’educazione religiosa e l’educazione laica

Il tipo di educazione che correntemente viene adottata nelle nostre scuole e viene proposta e diffusa nelle nostre società è fondamentalmente laica (all’educazione dei nostri figli contribuisce la diffusione dell’immagine che la società ha di sé stessa anche tramite TV etc). In questo credo che erroneamente per lungo tempo si siano distinte le parole ‘laico’ e ‘laicista’. Ma questa è una mia opinione.

Vediamo quindi in cosa si distingue una educazione religiosa da una fondamentalmente laica, spiegata molto bene in un articolo di Epoch Times del 2021 che riporto di seguito integralmente. L’oggetto del giudizio è la società degli Stati Uniti, ma noi siamo per la maggior parte la proiezione di quel tipo di educazione prevalente. L’autore è Dennis Prager.

Differenze tra due tipi di educazione: laica e religiosa (ebraica, cristiana) Articolo di Epoch Times , 16 dicembre 2021

Chiunque guarda all’attuale guerra civile in America comprende che si tratta in gran parte di una guerra civile tra religiosi e antireligiosi. La sinistra odia i protestanti evangelici, i cattolici tradizionali e gli ebrei ortodossi per una buona ragione: le persone religiose sono tutto ciò che la sinistra odia. Certo, ci sono conservatori laici che combattono la sinistra, ma l’opposizione più potente ed efficace alla sinistra viene dai cristiani conservatori e dagli ebrei credenti.

Le differenze tra questi due gruppi di persone iniziano nell’infanzia. La maggior parte dei bambini religiosi, specialmente quelli delle scuole tradizionali cristiane ed ebraiche, sono cresciuti con valori diversi rispetto alla maggior parte dei bambini laici.

Ecco alcuni esempi.

#1: Educazione religiosa: combatti te stesso. Educazione secolare: combattere la società.
Ho studiato in una yeshiva (una scuola ebraica ortodossa dove ho studiato la Bibbia e altre materie religiose mezza giornata in ebraico e mezza giornata ho studiato materie secolari in inglese) dalla scuola materna al 12° grado. Ho capito presto che il problema più grande nella vita di Dennis Prager era Dennis Prager. In quasi tutte le scuole laiche e religiose liberali, ai bambini viene insegnato che il problema più grande della loro vita è la società americana, cioè tutto tranne se stessi.

Cosa pensi renda una persona più autocritica, più autocontrollata e, in definitiva, più degna?
E cosa rende una persona più arrabbiata e meno felice?

N. 2: Educazione religiosa: devi cercare di percepire la saggezza che era prima di te. Educazione secolare: non esiste tale saggezza, non c’è niente da percepire.
Non ho dubbi sul fatto che la maggior parte dei bambini cresciuti con la Bibbia e altre opere ebraiche o cristiane siano più saggi di quasi tutti i professori laici o altri intellettuali laici. Sì, ci sono persone secolari con saggezza (la saggezza giudaico-cristiana a volte continua a influenzare una o due generazioni), ma non riesco a pensare a una singola istituzione secolare con saggezza. Ecco perché le istituzioni meno sagge, quelle che professano e insegnano più sciocchezze – vale a dire le università – sono, dopo tutto, le istituzioni più laiche della nostra società.

N. 3: Educazione religiosa: L’uomo è fondamentalmente imperfetto. Educazione secolare: l’uomo è fondamentalmente perfetto.
“La saggezza comincia”, insegnano i Salmi e i Proverbi, “con il timore di Dio”. In altre parole, se non c’è Dio, allora non c’è saggezza. Ma c’è un altro modo per dire dove e come inizia la saggezza. La saggezza inizia con il riconoscimento di quanto sia imperfetta la natura umana. O, per dirla il più brevemente possibile, non puoi essere saggio se pensi che le persone siano fondamentalmente brave. Puoi essere una persona gentile, gentile e ben intenzionata se credi che le persone siano fondamentalmente buone, ma questo non ti rende saggio. In effetti, è più probabile che tu sia uno sciocco ingenuo.

La convinzione che l’uomo sia fondamentalmente perfetto, una convinzione mai sostenuta né dal giudaismo né dal cristianesimo, è un serio ostacolo alla costruzione di una buona società. Primo, i genitori che credono in questo non disciplinano mai i loro figli come dovrebbero. Credono, come hanno fatto le ultime tre generazioni di genitori americani, che tutto ciò di cui un bambino ha bisogno sia amore. D’altra parte, le persone che credono che una persona sia intrinsecamente buona hanno molte meno probabilità di punire i criminali, perché incolpano le circostanze economiche, i genitori e la società per omicidio, furto, stupro e altre disgrazie, cioè tutto tranne l’incapacità di lo stesso criminale per controllare la sua natura malvagia.

N. 4: Educazione religiosa: c’è il concetto di santità. Educazione secolare: nessun concetto di santità.
I bambini religiosi celebrano i giorni festivi – sabato ogni settimana, così come altri giorni festivi dai loro calendari religiosi. Il tempo regolarmente dedicato al Trascendente ha una grande influenza sullo sviluppo del bambino. I bambini laici hanno vacanze secolari, ma significano poco per la maggior parte dei giovani americani. Il 4 luglio è il weekend del barbecue. Un Halloween senza senso è diventato più importante di un Natale significativo. Presidents Day non significa nulla. E il Giorno del Ringraziamento viene sempre più dichiarato Giornata del genocidio indigeno.

N. 5: Educazione religiosa: amici più comunità. Educazione secolare: amici, ma non comunità.
La solitudine è una pandemia più grande nel mondo moderno rispetto al COVID-19, tanto che il Regno Unito ora ha un segretariato per la solitudine che cerca di combattere il problema.

Questa è praticamente un’altra conseguenza del secolarismo. I bambini religiosi ebrei e cristiani (inclusi i mormoni) crescono tra un gran numero di amici e all’interno di una grande comunità religiosa attraverso una scuola religiosa, la loro sinagoga o chiesa. E qual è l’equivalente comunale di chiesa, sinagoga e scuola religiosa per i bambini che ricevono un’istruzione secolare? A parte lo sport (in cui comunque solo una manciata di giovani gioca a giochi di squadra), non ce n’è.

N. 6: Educazione religiosa: dovere di rispettare i genitori. Educazione secolare: non ci sono tali obblighi.
Ai bambini religiosi ebrei e cristiani vengono insegnati i Dieci Comandamenti, uno dei quali è “Onora tuo padre e tua madre”. Va da sé che molti bambini laici onorano i propri genitori, ma lo fanno solo di propria iniziativa. I bambini religiosi sono incoraggiati a rispettare i propri genitori, che gli piaccia o no, il che è importante perché non tutti i bambini vogliono sempre rispettare i propri genitori.

Un’altra pandemia si sta sviluppando in America: una pandemia di bambini adulti che decidono di non parlare mai con uno o entrambi i genitori. Sono disposto a scommettere seriamente che pochi di questi bambini adulti sono ebrei religiosi o cristiani.

L’educazione religiosa differisce da quella secolare in molti modi. Ma vale la pena prestare attenzione al fatto che i bambini religiosi di solito sono più felici.

Un genitore è meglio di un altro? Decidi tu.

*****

*Dennis Prager è un conduttore di talk show e editorialista radiofonico nazionale .

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.