Damasco a Trump: guarda te stesso prima di chiamare Assad ‘un animale’

Damasco a Trump: guarda te stesso prima di chiamare Assad 'un animale' 4

Il ministero degli Esteri siriano ha sparato indietro Donald Trump – che di recente ha etichettato il presidente Bashar Assad “un animale” e “una persona male” – dice il leader degli Stati Uniti non per misurare gli altri con la propria immagine.

 “Se sei un animale da soli, non credo che gli altri sono la stessa cosa,” Ayman Soussan, vice ministro degli Esteri siriano, ha detto Sputnik  in un’intervista.

Egli ha sottolineato che Assad “è il presidente di uno stato sovrano eletto dal suo popolo, ed è il popolo siriano, non Trump … chi dovrebbe dare una valutazione del [presidente Assad].”

Martedì scorso, Trump ha detto ospite Fox Business Maria Bartiromo che “se la Russia non è andato in e back questo animale [Assad], non si avrebbe un problema in questo momento.”

Parlando prima della visita del Segretario di Stato americano Rex Tillerson a Mosca all’inizio di questa settimana, Trump ha sostenuto che “[il presidente russo] Putin sta sostenendo una persona che è veramente una persona malvagia […] Credo che sia molto male per la Russia, penso che sia molto male per l’umanità, è molto male per questo mondo.”

Dallo scoppio del conflitto siriano, grandi potenze occidentali hanno più volte insistito sulla partenza di Assad, sostenendo che egli ha perso legittimità affrontando i disordini in Siria, con misure brutali.

Gli Stati Uniti ei loro alleati europei hanno imposto sanzioni alla Siria e sostenitori sotto pressione di Damasco, tra cui la Russia, per costringere Assad a dimettersi.

La scorsa settimana, l’esercito americano ha sparato 59 missili da crociera Tomahawk alla base aerea Shayrat della Siria, nella provincia di Homs, il targeting degli aeromobili e un deposito di munizioni. Lo sciopero improvviso è venuto dopo un presunto attacco armi chimiche in Khan Shaykhun, nei pressi di Idlib, decine di civili uccisi e feriti molti altri.

Anche se non vi era alcuna prova concreta del coinvolgimento della Siria nell’incidente, Washington si è affrettato a dare la colpa al governo di Assad. Mentre diversa nel tono, le dichiarazioni provenienti da altre capitali occidentali anche accusato Damasco di complicità in quello che hanno chiamato un attacco chimico contro i civili.

La Russia, a sua volta, ha chiesto un urgente, un’inchiesta indipendente per essere lanciato, sostenendo che nessuno aveva accesso diretto al sito immediatamente dopo l’incidente. Tra le opzioni proposte è l’invio di una missione di regione equilibrata e imparziale inchiesta dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW).

Venerdì scorso, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov cui l’attacco missilistico statunitense su Shayrat come “ un atto di aggressione, che palesemente violato i principi del diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite”. Egli ha anche invitato Washington ei suoi alleati di rispettare la sovranità della Siria, aggiungendo che l’attacco ha “gravi conseguenze non solo sulla regionale, ma anche la sicurezza globale.”

Il presidente Assad è stato aggredito verbalmente questa settimana nel corso di una riunione del Consiglio di sicurezza dell’ONU. Giovedi ‘, ambasciatore britannico Matthew Rycroft accusato la Russia di sostenere il “criminale, criminale barbaro” Assad e ha avvertito Mosca in piedi sul “lato sbagliato della storia.”

affermazioni di Rycroft che “l’orgoglio russo nel [processo di pace sulla Siria] Astana è stato trasformato all’umiliazione” hanno indotto una risposta emotiva dal vice ambasciatore della Russia alle Nazioni Unite, Vladimir Safronkov.

“Si perde il sonno per il fatto che potremmo lavorare insieme con gli Stati Uniti. Tu sei spaventata, e si fa di tutto per minarla,” Safronkov ha dichiarato, aggiungendo che la parte britannica ha tenuto a ostacolare il processo di pace in Siria e portare il confronto e l’inimicizia al Consiglio di Sicurezza.

fonte

Exit mobile version