Clinton: “Al Qaeda è finanziata dagli Stati Uniti”. Nasce una nuova epoca, dove è consentito aggredire chi è fuori dal proprio circolo di ‘amici’.

Gli USA hanno accusato l’Iraq, la Libia, la Siria  di ‘sostenere il terrore’. Sono stati accusati di essere antidemocratici e di appoggiare il terrorismo. Per gli USA erano gli Stati Canaglia’, sono  coloro che hanno appoggiato il terrorismo. Che arroganza e che ipocrisia…

Pubblicità

Nel video che segue Hilary Clinton ammette che il governo degli Stati Uniti ha creato e finanziato Al-Qaeda per “combattere l’Unione Sovietica”***, e si ritiene anche che, sia una buona cosa.

La Clinton (all’epoca del video segretario di stato USA) ammette anche che al Qaeda è stata usata in Libia in funzione anti- Gheddafi .

Un simile modo di operare può essere descritto con un solo nome: criminale. Cosa sarebbe successo se un qualsiasi altro paese avesse fatto qualcosa del genere? Come può il governo USA, continuare a chiamarsi ‘governo democratico’ e come può pretendere di ‘esportare democrazia’ chi ha progettato simili aberrazioni?

Lo stesso paese che ha ideato sostenuto, finanziato ed addestrato al-Qaeda ha  lanciato la ‘lotta al terrore’?

Gli USA si possono permettere di operare nel mondo senza regole, forti del loro potere economico e del loro apparato militare, senza alcun rispetto per i governi nazionali e per le  regole che loro stesso hanno stabilito, ma valide solo per gli altri.  Un paese al mondo può imporre le sue leggi ed i suoi costumi a tutto il resto del mondo senza che parole come ‘audeterminazione dei popoli’ e ‘sovranità internazionale’ abbiano alcun significato.

***= Nella campagna antisovietica in Afghanistan, finanziata da USA e Arabia Saudita, tra i vari capi talebani veniva designato Osama Bin Laden quale leader principale di riferimento per i servizi segreti sauditi. Ai mujaheddin già sotto il suo comando si univano dai 22mila ai 30mila combattenti stranieri. Nel 1989 Bin Laden costituiva degli uffici di reclutamento in 35 Paesi per la creazione di Al-Qaida, solo negli USA vi erano uffici in 30 città. Gestiva campi di addestramento, sempre con la complicità dei servizi americani e sauditi, in Afghanistan, nelle Filippine, in Sudan e in Somalia. L’ex direttore della CIA scriverà nelle sue memorie nel 1996, a proposito della conquista dell’Afghanistan da parte dei mujaheddin: “Fu una grande vittoria”.