Channel 4 da Aleppo, rimuove il video girato con i ribelli

Channel 4 ha rimosso questo video all’inizio di ottobre dopo le lamentele degli spettatori inglesi per quando riguarda il loro apologismo al terrorismo e la propaganda a favore del gruppo Nour Al Din Zinki, i terroristi responsabili della decapitazione di 12 anni bambino palestinese, Abdullah Issa.

Questo video di Channel 4 esemplifica la parziale e contorta ‘rendicontazione’ che sta distorcendo la percezione del pubblico occidentale della guerra in corso   in Siria. Channel 4 impiega anche il linguaggio settario  che è una parte del progetto finalizzato a minare la pubblica opinione dei paesi occidentali nella coalizione USA . Come con l’Iraq, l’intento di questa messaggistica è la frattura della società siriana lungo linee settarie in precedenza inesistenti e di provocare scismi in quella che è stata storicamente una società ferocemente secolare. L’unità siriana, che ha il suo fondamento nella sua ricca storia culturale ha resistito a questi tentativi, ma i tentativi persistono e sono alimentati da rapporti come questi.

Non solo non c’è il riconoscimento del ricco arazzo che costituisce la società siriana che è tenuto insieme da loro orgoglio nel loro paese di sopra di tutte le altre differenze politiche o religiose, ma c’è un tacito avallo del linguaggio settario usato dai gruppi terroristici, in particolare Nour al din Zinki , come si vede nel video. Ciò che rende questo modus operandi moralmente riprovevole.
Questo gruppo è colpevole tra l’altro della barbara tortura e decapitazione di almeno un bambino e ci si chiede quanti civili innocenti hanno ricevuto lo stesso  trattamento simile quando le telecamere sono spente – sono vittime i cui nomi non non conosceremo mai. Ireport sono solo  congetture elaborate per lo più dalle organizzazioni pro-opposizione generati dalla UE e UK-e finanziate dall’ Osservatorio siriano per i diritti umani.

Questo video che Channel 4 ha prodotto aproposito del gruppo militante, Nour al Din Zinki, ha l’obiettivo di  “informare” il pubblico britannico, dovrebbe essere terrificante per chiunque si opponga al terrorismo violento. Fino a che punto è arrivata la nostra infromazione, e la nostra percezione della guerra contro la Siria, quando sulla base di prove è acclarato che è alimentata da gruppi estremisti terroristici, finanziati e armati dalla coalizione degli Stati Uniti? La domanda deve essere posta, e questa è la risposta.

Il governo britannico ha fortemente investito in diversi progetti di costruzione dello Stato ombra all’interno della Siria, e sono sempre stati i finanziatori principali dello stato ombra della NATO, i caschi bianchi. (…)

Channel 4 ha ora rimosso il video perché erano diventati eccessivamente compiacenti, e si sono tirati fuori. Non è la prima volta e non sarà l’ultima e spetta a tutti noi di chiedere che i media mainstream termina la loro propaganda criminale fraudolenta sulla Siria (e Yemen) e che ripristinino una qualche parvenza di verità (…) in  una guerra che è stata facilitata  in primo luogo dalla loro opera disinformativa.

“Non si può giocare con l’animale in voi senza diventare del tutto animale, giocare con la menzogna senza perdere il vostro diritto alla verità, giocare con la crudeltà senza perdere la sensibilità della mente. Chi vuole mantenere il suo giardino in ordine non riservi posto per le erbacce “~ Dag Hammarskjold
http://21stcenturywire.com/2016/10/09/channel-4-joins-cnn-in-normalising-terrorism-then-removes -video/

Exit mobile version