Austria – Dal 15 marzo vaccinazione obbligatoria, dure le sanzioni

Austria - Dal 15 marzo vaccinazione obbligatoria, dure le sanzioni 1

Austria – I controlli inizieranno il 15 marzo e i non vaccinati saranno puniti con multe elevate (600 euro al trimestre e 3.600 se denunciano la cosa al Tribunale). La vaccinazione contro il COVID sarà obbligatoria per tutte le persone di età superiore ai 18 anni. Le fasi saranno tre: nella terza fase il controllo sarà effettuato attraverso il registro elettronico delle vaccinazioni.

Il governo austriaco ha presentato oggi in una conferenza stampa trasmessa in televisione, il disegno di legge sulla vaccinazione obbligatoria contro il COVID-19 , che entrerà in vigore il 1° febbraio.

Il cancelliere federale Karl Nehammer ha giustificato la decisione del governo con la necessità di un’azione decisa per affrontare la pandemia, il sostegno al provvedimento da parte della maggioranza della popolazione e la volontà di ripristinare la libertà di movimento e di azione delle persone protette dai vaccini. La vaccinazione obbligatoria è stata introdotta per proteggere la salute della società nel suo insieme, ha aggiunto Nehamer.

In Austria verrà comminata una grave multa per aver rifiutato la vaccinazione

Dopo la fase introduttiva a partire dal 1° febbraio, durante la quale sarà data la possibilità alla popolazione di farsi vaccinare, i controlli inizieranno il 15 marzo e i non vaccinati saranno puniti – con multe salate. Nella seconda fase, i non vaccinati riceveranno una lettera di sollecito che intimerà di vaccinarsi. La terza fase prevede una lettera con un orario specifico per la vaccinazione e in caso contrario verranno comminate le sanzioni previste dalla legge. Nehammer ha espresso la speranza che la terza fase possa non essere raggiunta se i non ancora vaccinati si proteggeranno dalla pandemia con il vaccino, proteggendo così la società nel suo insieme.

Il ministro della Salute, Wolfgang Mückstein, ha richiamato l’attenzione sull’effetto protettivo del vaccino e sulla convinzione che la solidarietà sia necessaria in nome di un futuro comune. Secondo gli esperti, Omicron non è l’ultima variante, sono previste nuove tipologie di varianti, ma il vaccino rappresenta uno scudo sicuro contro le forme gravi della malattia. Ora è necessario gettare le basi per un autunno 2022 più spensierato, ha sottolineato Nehammer.

[In Austria] La vaccinazione contro il covid è obbligatoria per tutte le persone di età superiore ai 18 anni. Fanno eccezione le donne in gravidanza, le persone con malattie per cui la vaccinazione ha controindicazioni e coloro che si sono ammalati per aver avuto il COVID-19 (essi dovranno vaccinarsi entro 180 giorni). Nella seconda fase, i controlli saranno effettuati dagli agenti di polizia. Le persone non vaccinate saranno multate fino a 600 euro. Nella terza fase, il controllo sarà effettuato attraverso un registro vaccinale elettronico.

La vaccinazione obbligatoria è l’ultima ratio, l’ultima risorsa, la misura centrale nella lotta alla pandemia, ha affermato il ministro costituzionale Karoline Edtstadler. La stessa ha sottolineato che il disegno di legge è equilibrato, molti emendamenti sono stati apportati da esperti. Il ministro ha sottolineato che la vaccinazione obbligatoria non viola i diritti umani fondamentali, è un mezzo efficace per proteggere la società e protegge dalle forme gravi della malattia.

La legge prevede un massimo di quattro multe all’anno per le persone non vaccinate, una per trimestre. Se la persona multata sporge denuncia in tribunale, la sanzione può essere aumentata a 3.600 euro. Non sono previste pene detentive. Alcune disposizioni di legge possono essere abrogate se ci sono i presupposti appropriati, ad esempio se la variante successiva sarà più leggera di Omicron, se la pandemia si placherà o se il parere degli esperti dirà che la legge avrà  perso il suo significato.

Il disegno di legge sarà esaminato dalla commissione parlamentare per la salute lunedì e dovrebbe essere presentato al parlamento giovedì. Basta una maggioranza semplice per approvare la legge, per la quale il Partito popolare austriaco al governo e il Partito dei Verdi hanno entrambi i voti necessari sia nel Consiglio nazionale – la camera bassa che nel Consiglio federale – la camera alta del parlamento.

Gli sforzi del governo sono di ottenere un sostegno ancora più ampio coinvolgendo il Partito socialdemocratico austriaco e il partito NEOS. Il Partito della Libertà Austriaco si è espresso contro il disegno di legge sull’immunizzazione obbligatoria.

/BTA – 20 Novinite (https://www.novinite.com/articles/213279/The+Austrian+government+has+presented+a+bill+on+mandatory+vaccination+against+COVID-19)

Exit mobile version