Attacco missilistico in Siria su installazioni militari ad Hama ed ad Aleppo

Secondo Surya TV Channel e al Masdar News, alle ore 22.30 (ora locale) l’aeronautica israeliana avrebbe colpito una base usata sia dall’esercito siriano della  47th Brigata dell’esercito siriano che dall’esercito iraniano come deposito munizioni .

Le vittime della 47a brigata  sono per lo più appartenenti alla brigata Zainabiyoun (Liwa Zainebiyoun sono sciiti pakistani) inserite nel Corpo delle guardie rivoluzionarie islamiche IRGC – Il danno si sostanzia nell’esplosione di magazzini di munizioni –

ELINT News riporta che ci sarebbero circa 50 morti e molte decine e decine di feriti (la maggior parte di loro sono soldati iraniani). Riferiti anche civili che si offrono di donare sangue per i feriti, all’ospedale di Hama.

Gli attacchi missilistici sembra siano stati fatti alla periferia del villaggio di Jabal, situato a circa 5 km dalla città di Hama.

Alcuni attivisti hanno pubblicano anche fotografie di esplosioni vicino alla zona Maliki a nord dell’aeroporto di Aleppo. Alcune fonti filo-governative dicono che l’ obiettivo colpito è una caserma utilizzata da iraniani ed afgani.

Ad effettuare l’attacco missilistico – secondo alcune fonti – è stata l’aviazione israeliana, ma secondo alcuni rumor  potrebbe essere coinvolti anche aerei USA dal confine siro-giordano. Nelle prossime ore vedremo più chiaramente l’autore o gli autori dell’attacco.

Le forze governative di Damasco avevano oggi ripreso il controllo di quattro villaggi a est dell’Eufrate, nella provincia di Deir ez Zor, che erano in mano alle Forze democratiche siriane. La rappresaglia missilistica potrebbe avere collegamento con questo episodio oppure potrebbe essere legata a frenare i successi dell’esercito siriano, indebolendo l’alleato iraniano.
Forse si spera in una reazione iraniana cosicché si avrebbe il pretesto di attaccare sia le forze siriane che quelle iraniane.

A quando pare ora non servono più neanche pretesti per violare la legge internazionale, i pretesti si creano…

pubblicità

vedi sull’argomento altre fonti:  Southfront