AHTRIBUNE: Il pedofilo Jeffrey Epstein ha lavorato per il Mossad?

L’estensione dello spionaggio israeliano diretto contro gli Stati Uniti è una storia enorme che viene affrontata solo raramente dai media mainstream. Lo stato ebraico è in cima alla lista dei paesi apparentemente amichevoli che conducono aggressivamente lo spionaggio contro gli Stati Uniti e l’ebreo americano Jonathan Pollard, che è stato imprigionato nel 1987 per spionaggio per Israele, è ora considerato la spia più dannosa nella storia degli Stati Uniti.

La scorsa settimana ho scritto su come le spie israeliane che operano più o meno liberamente negli Stati Uniti sono raramente interferite, molto meno arrestate e processate, perché non c’è nessuna volontà da parte dei livelli superiori del governo di farlo. Ho citato il caso di Arnon Milchan, un miliardario produttore di film di Hollywood che ha avuto una vita segreta che includeva il furto di tecnologia limitata negli Stati Uniti per consentire lo sviluppo del programma israeliano di armi nucleari, qualcosa che era molto contrario agli interessi degli Stati Uniti. Milchan è stato coinvolto in una serie di altri furti e vendite di armi per conto dello stato ebraico, tanto che il suo lavoro come produttore cinematografico è stato in realtà considerato meno redditizio del suo lavoro di spia e mercante di armi del mercato nero , per il quale ha operato su commissione.

Che Milchan non sia mai stato arrestato dal governo degli Stati Uniti o addirittura interrogato sulla sua attività illegale, che era ben nota alle autorità, è solo un’altra manifestazione dell’efficacia del potere ebraico a Washington, ma un caso molto più convincente che coinvolge possibili spionaggio con importanti manifestazioni politiche è appena riemerso. Mi riferisco a Jeffrey Epstein, il miliardario “finanziere” di Wall Street che è stato arrestato e accusato di gestire una “vasta” rete di ragazze minorenni per sesso, che operano fuori dalle sue ville a New York City e in Florida, così come la sua isola privata nei Caraibi, citati dai visitatori come “Orgy Island”. Tra gli altri soci di alto valore, Epstein è stato particolarmente vicino a Bill Clinton, che ha volato decine di volte sui 727 privati ​​di Epstein.

alex acosta jeffrey epstein 0b056

*(Alex Acosta (L) Jeffrey Epstein (R))

Epstein è stato arrestato l’8 luglio dopo l’incriminazione di un gran giurì federale a New York. Era più di un decennio dopo che Alexander Acosta, il principale procuratore federale a Miami, che ora è il segretario del lavoro del presidente Trump, accettò un patteggiamento che coinvolgeva accuse simili riguardo alla pedofilia che non era condivisa con gli accusatori prima di essere finalizzato in tribunale. Secondo quanto riferito, centinaia di vittime sono state identificate, 35 delle quali sono state identificate, ma Acosta ha deliberatamente negato ai due attuali querelanti il ​​loro giorno in tribunale per testimoniare prima della sentenza.

L’intervento di Acosta ha fatto sì che Epstein evitasse sia un processo pubblico che un’eventuale pena detentiva federale, invece di scontare solo 13 mesi di una condanna a 18 mesi nella prigione di Palm Beach, quasi senza sicurezza, con l’accusa di sollecitare la prostituzione in Florida. Durante la detenzione, gli è stato permesso di lasciare la prigione per sedici ore sei giorni alla settimana per lavorare nel suo ufficio.

I crimini di Epstein sono stati compiuti nella sua villa da 56 milioni di dollari a Manhattan e nella sua villa sull’oceano a Palm Beach in Florida. Entrambe le residenze erano dotate di telecamere nascoste e microfoni nelle camere da letto, che Epstein avrebbe usato per registrare incontri sessuali tra i suoi ospiti di alto profilo e le sue ragazze minorenni, molti dei quali provenienti da ambienti poveri, che furono reclutati dai committenti per impegnarsi in quello che era eufemisticamente descritti come “massaggi” per soldi. Evidentemente Epstein non ha fatto alcuno sforzo per nascondere ciò che stava facendo: il suo aereo era chiamato “Lolita Express”.

I democratici chiedono un’indagine sull’affare Epstein, così come le dimissioni di Acosta, ma potrebbero finire per rimpiangere le loro richieste. Trump, il vero bersaglio della furia Acosta, apparentemente non sapeva dei dettagli del patteggiamento che pose fine al caso giudiziario Epstein. Bill e Hillary Clinton erano, tuttavia, stretti collaboratori di Epstein. Bill, che ha volato sul “Lolita Express” almeno 26 volte , potrebbe plausibilmente essere implicato nella pedofilia vista la sua esperienza e relativa mancanza di morale convenzionale. In molti dei viaggi, Bill ha rifiutato le escort del servizio segreto, che sarebbero state testimoni di eventuali comportamenti scorretti. Durante un lungo viaggioin Africa nel 2002, Bill e Jeffrey sono stati accompagnati dall’attaccante attore pedofilo Kevin Spacey e da un certo numero di ragazze, “impiegati” poco definiti identificati solo come “massaggi”. Epstein è stato anche uno dei maggiori contributori della Fondazione Clinton ed era presente al matrimonio di Chelsea Clinton nel 2010.

Con l’avvicinarsi di un anno elettorale, i democratici difficilmente vogliono che il pubblico venga ricordato degli exploit di Bill, ma bisogna chiedersi dove e quanto possa essere profonda l’indagine. C’è anche un possibile angolo di Donald Trump. Anche se Donald potrebbe non essere stato un frequent flyer sul “Lolita Express”, si è certamente trasferito negli stessi ambienti dei Clinton e Epstein a New York e Palm Beach, in più con le sue stesse parole quasi amorale come Bill Clinton. A giugno 2016, una Katie Johnson ha intentato una causa a New York sostenendo di essere stata ripetutamente violentata da Trump ad un raduno di Epstein nel 1993 quando aveva 13 anni. In un 2002 New York Magazine intervistaTrump ha dichiarato: “Conosco Jeff da quindici anni. Ragazzo fantastico … è molto divertente stare con lui. Si dice persino che gli piacciono le belle donne tanto quanto me, e molte di loro sono più giovani. Non ci sono dubbi: Jeffrey gode della sua vita sociale “.

Le inchieste selettive su azioni illecite per includere il dito puntato intenso sono il nome del gioco a Washington, e l’affaire Epstein ha anche tutti i tratti distintivi di un caso di spionaggio, probabilmente legato a Israele. A meno che Epstein non sia un pedofilo estremamente malato a cui piace guardare film di altri uomini che fanno impazzire le ragazze di dodici anni, l’intera procedura di registrazione sa di un sofisticato servizio di intelligence che raccoglie materiale per ricattare politici di spicco e altri personaggi pubblici. Quelli ricattati indubbiamente nella maggior parte dei casi cooperano con il governo straniero coinvolto per evitare uno scandalo importante. Si chiama reclutare “agenti di influenza”. È così che funzionano le agenzie di intelligence ed è quello che fanno.

Il fatto che Epstein fosse percepito come legato all’intelligence è stato chiarito nei commenti di Acosta quando è stato chiarito dalla squadra di transizione di Trump. Gli è stato chiesto “Il caso Epstein causerà un problema [per le udienze di conferma]?” … “Acosta aveva spiegato, apparentemente, che nel giorno in cui aveva avuto un solo incontro sul caso Epstein. Aveva tagliato l’accordo di non-prosecution con uno degli avvocati di Epstein perché gli era stato “detto” di fare marcia indietro, che Epstein era al di sopra del suo grado di paga. “Mi è stato detto che Epstein apparteneva all’intelligence e la lasciava in pace.”

Le domande sulla ricchezza di Epstein suggeriscono anche una connessione con un’agenzia governativa segreta con tasche profonde. Il New York Times riporta che “Esattamente ciò che la sua operazione di gestione del denaro ha fatto è stato ammantato di segretezza, come lo erano la maggior parte dei nomi di chiunque l’abbia fatto. Ha affermato di lavorare per un certo numero di miliardari, ma l’unico cliente conosciuto è Leslie Wexner, il fondatore miliardario di diverse catene di negozi, tra cui The Limited. “

Ma di chi è il servizio segreto? CIA e i servizi russi dell’FSB sono candidati ovvi, ma non avrebbero alcun motivo particolare per acquisire un agente come Epstein. Ciò lascia Israele, che sarebbe stato desideroso di avere una stabile di agenti di influenza di alto livello in Europa e negli Stati Uniti. I contatti di Epstein con il servizio di intelligence israeliano potrebbero essere plausibilmente giunti attraverso le sue associazioni con Ghislaine Maxwell, che presumibilmente sarebbe stato il suo principale procuratore di giovani ragazze. Ghislaine è la figlia di Robert Maxwell, che morì o forse fu assassinato in circostanze misteriose nel 1991. Maxwell era un uomo d’affari anglo-ebreo, di profilo molto cosmopolita, come Epstein, un multimilionario che era molto controverso con quelli che erano considerati legami continui con il Mossad. Dopo la sua morte, gli è stato consegnato un funerale di stato da parte di Israele, in cui sei ex funzionari ed ex capi dell’intelligence israeliana hanno ascoltato mentre il Primo Ministro Yitzhak Shamir ha elogiato : “Ha fatto di più per Israele di quanto si possa dire oggi” 

Maxwell e briscola 910ce

* (Trump (a sinistra) con Robert Maxwell (a destra) a un evento.)

Epstein ha tenuto un libro nero identificando molti dei suoi contatti sociali, che ora sono nelle mani degli investigatori. Comprendeva quattordici numeri di telefono personali appartenenti a Donald Trump, tra cui l’ex moglie Ivana, la figlia Ivanka e l’attuale moglie Melania. Comprendeva anche il principe Bandar dell’Arabia Saudita, Tony Blair, Jon Huntsman, il senatore Ted Kennedy, Henry Kissinger, David Koch, Ehud Barak, Alan Dershowitz, John Kerry, George Mitchell, David Rockefeller, Richard Branson, Michael Bloomfield, Dustin Hoffman, Queen Elisabetta, il re saudita Salman e Edward de Rothschild.

Il Mossad avrebbe sfruttato i contatti di Epstein, organizzando la loro collaborazione facendo in modo che Epstein li consumasse e cenasse mentre li volava in luoghi esotici, offrendo loro donne e intrattenimento. Se si rifiutassero di collaborare, sarebbe il momento di ricattare, foto e video del sesso con donne minorenni.

Sarà molto interessante vedere quanto lontano e quanto sia profonda l’indagine su Epstein e sulle sue attività. Ci si può aspettare che vengano compiuti sforzi per proteggere i politici più importanti come Clinton e Trump e per evitare qualsiasi esame di un possibile ruolo israeliano. Questa è la prassi normale, testimone del Rapporto sull’11 settembre e dell’inchiesta Mueller, che hanno evitato ogni indagine su ciò che Israele avrebbe potuto fare. Ma questa volta, se si trattasse effettivamente di un’operazione israeliana, potrebbe rivelarsi difficile coprire la storia dal momento che l’aspetto pedofilo di essa ha scatenato una notevole rabbia pubblica da parte di tutto lo spettro politico. Senatore Chuck Schumer, auto-descritto come “protettore” di Israele al Senato, sta chiamando a gran voce le dimissioni di Acosta. Potrebbe semplicemente cambiare la sua canzone se si scopre che Israele è una parte importante della storia.

* (Immagine in alto: foto a sinistra: Jeffrey Epstein e la sua compagna Ghislaine Maxwell, con Donald e Melania Trump a Mar-a-Lago nel 2000. Foto a destra: Ghislaine Maxwell al matrimonio di Chelsea Clinton. Credit: Davidoff Studios / Getty Images)

Source link