Accordo nucleare iraniano “Violato” quando si tratta dell’Iran, ”cessato’ quando si tratta degli USA.

[ad_1]

NYTimes a9c86

Domanda veloce: gli Stati Uniti ‘interrompono’ o violano i propri accordi internazionali?

Apparentemente no [gli USA non violano i propri accordi internazionali], mentre il recente annuncio iraniano secondo il quale Teheran intende andare oltre i limiti dell’accordo nucleare Iran del 2015 nell’arricchimento dell’uranio per il suo programma nucleare civile (spesso nella copertura dei media  erroneamente interpretato  come un programma di armi nucleari ) viene interpretato come ‘violazione’. Leggendo l’inversione della realtà operata dai media, è difficile sfuggire all’idea che mentre l’Iran tradisce i suoi accordi internazionali, gli Stati Uniti semplicemente li interrompono.

[Per l’appunto], il rapporto della Associated Press pubblicato da USA Today ( 17/06/19 ) è stato intitolato: “L’Iran dice che interromperà il limite di scorte di uranio tra 10 giorni” e ha riferito che l’annuncio iraniano ha indicato la sua “determinazione a superare l’accordo del 2015”. sottolineando che “le tensioni sono aumentate tra l’Iran e gli Stati Uniti”, in parte perché gli Stati Uniti “si sono ritirati unilateralmente” dall’accordo. Si noti che il rifiuto degli Stati Uniti nei confronti degli obblighi previsti dall’accordo è riferito in termini neutri – Washington “si è ritirato” – mentre la risposta dell’Iran alla mancata osservanza degli Stati Uniti viene descritta negativamente come una “rottura”, un modello che persiste in tutta la copertura [mediatica].

La falsa impressione fornita dai media è che la decisione dell’Iran di porre fine al rispetto del JCPOA sia sistematica e incondizionata.

Il Wall Street Journal ( 6/17/19 ) ha offerto lo stesso tipo di titolo fuorviante: “L’Iran violano i limiti del patto nucleare, così gli  Stati Uniti hanno deciso di inviare più truppe in Medio Oriente”. Ancora una volta, il potenziale allontanamento dell’Iran dal patto ai cui termini gli Stati Uniti hanno trasgredito, è descritto come una “violazione”, mentre l’attuale violazione degli accordi da parte degli Stati Uniti è etichettata come un “ritiro” .

* Tutto l’ articolo è pubblicato su Fair Media Watch .