A Baghuz, in Siria, un unica organizzazione di soccorso assiste i famigliari dell’ISIS

Quello che segue è il rapporto del 7 marzo dell’organizzazione umanitaria Free Ranger Burma (Birmania) che sta curando i feriti dell’ISIS e le loro famiglie uscite da Baghuz, in Siria. Free Ranger Burma è l’unica organizzazione umanitaria presente sul posto.

@vietatoparlare

Cari amici,
Grazie per aver pregato per noi qui nell’ultima roccaforte dell’ISIS. Da quando siamo qui, oltre 21.000 uomini, donne e bambini dell’ISIS si sono arresi. Vengono da noi come persone affamate, colpite, ammalate e brutalizzate. I bambini sono particolarmente affamati e nella paura. I bambini feriti piangono. Alcuni uomini hanno rinunciato, ma i loro occhi sono ancora duri e sembrano attorcigliati, pronti a colpire e aspettare [di nuovo] il loro tempo. Nove donne su dieci pensano di avere ragione e Dio darà loro la vittoria. 

Ma [almeno] quest’ultimo è dispiaciuto ed è grato per il nostro aiuto. Siamo proprio nel mezzo di queste persone giorno e notte.

[TWEET: Nel campo di al-Khol, nella provincia siriana di Haseka, il 6 marzo sono arrivate da Baghuz-Fukani circa 4000 persone, la maggior parte sono donne e bambini, come dicono i medici, molti di loro sono estremamente deboli o hanno ferite che rimarranno con loro per tutta la vita . Fonti locali pubblicano tweet in cui le mogli dei militanti dell’ISIS  declamano slogan”loStato islamico  continua ad esistere”.

Durante il fine settimana abbiamo trattato 10 membri delle forze armate siriane democratiche (SDF) mentre la nostra nuova posizione avanzata è stata colpita. Il 4 marzo, più persone sono state trasportate fuori Baghouz e abbiamo continuato a curare le famiglie di ISIS feriti. Ora, abbiamo curato oltre 4.000 feriti e malati e nutriti e dato acqua a 20.000 insieme a ripari e coperte.

Tuttavia, i resti dell’ISIS resiste e combatte, usando le famiglie come scudi umani. Le persone dell’ISIS che sono state spinte in questo posto sono a Baghouz, si riparano nei tunnel,  tra le tende e i camion. Sono circondati dal fiume Eufrate e da Assad e dalle milizie iraniane a ovest e sud, dall’esercito iracheno a est e dalle forze democratiche siriane (con cui siamo) a nord e anche a est. È una piccola tasca di umanità, violenza, sofferenza e morte.


video sopra: bombardamenti della coalizione USA a Baghuz

Abbiamo esteso il nostro tempo qui per provare ad aiutare più persone e quindi a distribuire le nostre rimanenti forniture a SDF. Siamo l’unica ONG qui e siamo in una relazione unica con l’SDF.

Questa è una classica missione FBR di vita e di morte e pericolo costante. È anche una sfida quotidiana con tutte le diverse fazioni e coalizioni qui. E, soprattutto, è una battaglia spirituale palpabile. Questo è ciò che FBR è stato creato per fare in Birmania e ciò che abbiamo fatto in altri luoghi in tutto il mondo.

Grazie e Dio ti benedica,

Dave, famiglia e squadra

source: https://www.freeburmarangers.org/2019/03/07/extending-time-syria/

Nota a margine: Il 7 marzo la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha descritto la situazione dei rifugiati nel campo di Al-Khol ad Hasaka, riferisce l’agenzia di stampa federale:
"La gente fugge in questo campo da Deir ez-Zor, mentre la coalizione colpisce nella provincia, la popolazione [del campo di Al-Khol] è aumentata da 10 a 47 mila persone“, ha detto Zakharova.   Dall’inizio del 2019, oltre 80 rifugiati sono morti nel campo, la maggior parte di loro sono bambini. Secondo la portavoce, non ci sono abbastanza tende per chi è nel campo, la gente sta dormendo all’aperto.  “I rifugiati soffrono di infezioni, ci sono pazienti con poliomielite, tubercolosi e lebbra, che la comunità internazionale ignori  la situazione nel campo sembra cinico“, ha detto il rappresentante del ministero degli Esteri russo.