Un generale siriano accusa gli USA di cedere armi ad ISIS ed al Nusra

Il generale siriano Ali Al Ali ha accusato gli Stati Uniti di fornire armi a ISIS e Hayat Tahrir al-Sham (ex Jabhat al-Nusra, ramo siriano di al-Qaeda),  confermato dai rapporti dei media russi di stato .

Sappiamo che gli Stati Uniti hanno fornito 1.421 camion con attrezzature militari e armi tra il 5 giugno e il 15 settembre di quest’anno ai terroristi in Siria. Le armi erano destinate a combattere i terroristi, ma alla fine sono caduti nelle mani di militanti dello Stato islamico [ISIS] e di Jabhat al-Nusra [Hayat Tahrir al-Sham] “, ha detto il generale.

Secondo Al Ali, i terroristi ricevono le armi fornite attraverso il programma del Pentagono di assistenza alla cosiddetta ‘opposizione moderata’. Una parte importante di queste armi viene acquistata dalle aziende Chemring (un’azienda globale che fornisce una gamma di prodotti e servizi tecnologici avanzati ai mercati aerospaziali, della difesa e della sicurezza) e da Orbital ATK ( un produttore americano di tecnologia aerospaziale e sistemi difensivi).

Nel frattempo, Walid Khali, un membro del servizio di intelligence dell’esercito siriano, ha  detto a Sputniknews  che i membri di Hatat Tahrir al-Sham che hanno  attaccato la polizia militare russa nella provincia di Idlib hanno  usato armi fabbricate negli Stati Uniti, in Belgio e in Francia.

“Le armi che oggi vi presentiamo sono state sequestrate ai militanti poche settimane fa. Esse sono stati consegnate ai terroristi illegalmente dall’estero. Sono presenti più di 100 armi leggere e  lanciagranate  fabbricate in USA, Belgio e Francia “, ha dichiarato il membro del servizio.

 Source link

Related