Trump chiede 716 billioni di dollari per le spese della difesa

L’amministrazione Trump dovrebbe richiedere un aumento del budget della difesa per $ 716 miliardi nel 2019, sta a dire un aumento significativo del 7% rispetto all’anno precedente, secondo quanto riportato dal Washington Post venerdì. Molti ritengono che la richiesta sia un allontanamento dalle preoccupazioni espresse dall’amministrazione riguardo all’incremento dei deficit.

Se approvato, il nuovo bilancio sarebbe una vittoria per il segretario alla Difesa James Mattis, che la scorsa settimana ha si è mossi a favore di un aumento per prepararsi alla possibilità di un conflitto armato con la Russia o la Cina, o forse altre “nazioni rosse” come la Corea del Nord. Il documento di accompagnamento  non classificato di 11 pagine del Pentagono che illustra la Strategia nazionale di difesa non forniva dettagli su come si avrebbe potuto avvenire un peggioramento della situazione verso la Cina e la Russia, ma si è dichiarato che le richieste di spesa avrebbero riflettuto questo obiettivo. La settimana scorsa, Mattis ha detto che il vantaggio competitivo delle forze armate statunitensi si è ridotto “in ogni ambito di guerra”, in parte a causa di finanziamenti incoerenti.

“Nonostante gli ultimi 16 anni, nessun nemico in campo ha fatto qualcosa per danneggiare la prontezza dell’esercito statunitense rispetto all’impatto causato della Legge sul controllo del budget, i tagli alla spesa per la difesa e l’operatività in nove degli ultimi 10 anni, sono stati sotto risoluzioni continue “, ha detto.

L’aumento riguarderebbe il budget annuale del Pentagono, oltre alla spesa per sostenere le guerre in corso e per mantenere l’arsenale nucleare statunitense. Funzionari del Pentagono hanno detto che l’aumento del budget darebbe priorità alla preparazione ad un conflitto contro le “maggiori potenze mondiali” e “modernizzerà i vecchi sistemi militari di armamento”.

Gli Stati Uniti hanno speso circa $ 634 miliardi in difesa nel 2017, e poiché il Congresso non ha ancora superato il budget del 2018, la spesa continua ai livelli del 2017.

Mark Cancian, un analista della difesa presso il Center for Strategic and International Studies, ha dichiarato al Washington Post che l’aumento è un “enorme affare” e ha indicato che l’amministrazione Trump sta “mettendo in campo risorse contro una strategia di difesa estremamente aggressiva”.

Il Washington Post continua:

Trump pubblicizzò il suo bilancio della difesa del 2018 come uno dei più grandi nella storia degli Stati Uniti, ma la proposta fu vista come una delusione all’interno del Pentagono e tra i falchi della difesa al Congresso.

Molti legislatori hanno spinto affinché il budget militare aumentasse molto al di là di quello che Trump aveva proposto l’anno scorso. Trump ha richiesto $ 668 miliardi di spesa per la difesa nazionale nel 2018, ma il Congresso ha approvato una legge di autorizzazione alla difesa bipartisan alla fine dello scorso anno che avrebbe destinato circa 700 miliardi di dollari alle spese militari. Tale legge autorizza la spesa militare, ma in realtà non lo approva, il che dovrebbe essere fatto attraverso un diverso atto del Congresso.

È probabile che l’aumento piaccia ai falchi della difesa come il senatore John McCain (R-Ariz.), Che ha assicurato alla Casa Bianca che c’è un sostegno tra i legislatori per maggiori aumenti delle spese del Pentagono, ha detto Mackenzie Eaglen, un collega dell’American Enterprise Istituto.

“Quello che sta dicendo Mattis è che non si può avere il miglior esercito al mondo con un budget Obama”, ha detto Cancian al Post.

Il post Trump per chiedere 716 miliardi di dollari per spese per la difesa è su Truthdig: rapporti degli esperti, notizie attuali, editorialisti provocatori .

Collegamento sorgente

Print Friendly, PDF & Email