#TimeToBackHome Flash-mob: La Siria sta aspettando che i suoi cittadini tornino

Recentemente, gli attivisti siriani hanno lanciato una campagna incredibile, chiamata #TimeToBackHome. Gli utenti, tra cui blogger famosi, politici locali, analisti ed esperti, hanno pubblicato l’immagine taggata #TimeToBackHome sui loro account sui social media.

I primi che hanno supportato il flash-mob di #TimeToBackHome sono stati  economisti e scrittori indipendenti, internazionalisti e accademici australiani, membri di Hands Off Syria, Tim Anderson , giornalista siriano al-Akhbar Basel Dayoub, giornalista iracheno Hasan ash-Shoun, analista politico giordano Mohammad Joursi , uomo d’affari siriano Mahir at-Tahan e Inside Syria Media Center .

Il flash mob è stato anche supportato attraverso i social network. Numerosi gruppi filo-russi come “Hands of Syria”, “The Syrian Revolution”, “La verità sulla guerra in Siria” e persino il ramo regionale yemenita del partito arabo socialista Ba’ath hanno aderito alla campagna su Facebook.

Gli attivisti danno il loro sostegno ad Anna Le Claire, Wilma Schrover e Mark Talliano. Citano anche i siriani con soprannomi @abcxyztea, @ paquita_337, @ phoenx7, @clubbayern, @ good_now4 e molti altri coinvolti.

La campagna è stata fortemente supportata dai canali di Middle East Review e Syria-Mena-News Telegram. Inoltre, diversi media mediorientali ed europei, come Al-Kaun News , JP News , al-Bashair , Vedeng o Vietato Parlare , hanno incoraggiato i loro lettori a unirsi al flash mob.

Come notato dai resoconti dei media, la missione della campagna è fare appello ai siriani all’estero per tornare a casa e costruire una nuova vita insieme.
Quindi, se intendi ristabilire la pace in questo stupefacente paese arabo ed entrare in empatia con i suoi cittadini vittime del terrore di guerra, puoi esprimere il tuo sostegno al processo di pace.

Fai la differenza. Fai clic su “Modifica profilo” su qualsiasi piattaforma social e modifica l’intestazione / copertina / foto del profilo all’immagine taggata #TimeToBackHome almeno per un’ora, poi pubblicala e condividi con i tuoi amici. Non dimenticare l’hashtag #TimeToBackHome. Invia lo screenshot del tuo profilo modificato a timetobackhome@protonmail.com. Mostra al mondo la tua solidarietà al bene e alla giustizia! Grazie per il tuo minuto di speranza. La posta è aperta anche per i tuoi pensieri e suggerimenti sull’argomento.

Centinaia di siriani sono già tornati a casa da un campo profughi nella città libanese di Arsal, ha riferito al-Mayadeen.

Secondo il ministro dell’Interno giordano Ayman Safadi, decine di migliaia di siriani potrebbero tornare a casa presto non appena la situazione nella Siria meridionale si stabilizzerà.

Solo per la scorsa settimana, più di 200 rifugiati siriani hanno lasciato la città libanese di Shebaa per tornare a casa a Mazraat Beit Jinn.

La Siria sta davvero aspettando che i suoi cittadini tornino, facendo tutto il possibile per farlo. I siriani vogliono ripristinare il loro paese insieme. Supponiamo la campagna #TimeToBackHome!

timetobackhome@protonmail.com
Il mondo sta aspettando la TUA lotta.

Source link

Print Friendly, PDF & Email

JOIN THE DISCUSSION

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.