Tahrir Al-Sham lascia il villaggio Kafr Khalab (Aleppo)

Sabato 6 ottobre 2018 nella città sudoccidentale di Kafr-Khalab, nella provincia di Aleppo sono scoppiati forti scontri tra i gruppi jihadisti del gruppo Hyat-Tahrir el-Sham e milizie armate del National Front for Liberation (NFL) .

HTS e le milizie armate del National Front for Liberation (NFL) sono entrati in lite perché si accusavano reciprocamente di rapimenti di civili. In pratica la popolazione civile si è unita alle proteste quando gli scontri erano già in corso.

Questa è la versione russa. Secondo la versione delle fonti dell’opposizione armata invece la spiegazione è la seguente:

gli scontri sono scoppiati dopo che militanti del gruppo di Hayat Tahrir al-Sham hanno circondato la città di Kafr Khalab e hanno iniziato a arrestare persone sospettate di riconciliazione con il governo siriano. Tuttavia, quando i militanti di Hayat-Tahrir al-Sham hanno iniziato ad arrestare la gente, questo ha portato a una serie di violenti scontri .

I militanti di Tahrir Al-Sham non si aspettavano una tale resistenza da parte dei residenti, che poi hanno iniziato a protestare contro la presenza di un gruppo jihadista nella città di Kafr Khalab.

Alla fine  HTS, si è ritirata ed ha dovuto lasciare la zona.

Secondo fonti locali agli scontri sono seguiti trattative. Come esito è stato preso un accordo tra i membri di HTS e l’FNL ed è stato trovato un punto d’incontro: i militanti di HTS potranno tornare a Kafr Nuran ma solo individualmente e solo come privati cittadini.

Non si specifica se HTS abbia accettato o meno..

Collegamento video 

 

Print Friendly, PDF & Email