Alcuni retroscena inediti dell’attacco israeliano sul CERS per missili di precisione di Masyaf

L’attacco dell’8 settembre (alla “Syrian Scientific Researchers Center ” (CERS) a Masyaf – Hama) è avvenuto 10 anni e un giorno dopo l’attacco aereo del 2007 sulla centrale nucleare di Deir ez-Zor. Le foto satellitari, rese pubbliche pochi giorni dopo la recente attacco aereo, hanno dimostrato che i missili sparati dagli aerei non identificati erano stati precisi: solo tre degli edifici della centrale mostravano danni e solo in alcune parti degli edifici. In altre parole, l’attacco è stato un attacco aereo chirurgico. La valutazione è che la forza attaccante ha avuto un’intelligenza qualitativa  notevolmente precisa. Nelle loro mire erano solo quelle sezioni della struttura che hanno prodotto i kit che trasformano i missili standard in missili di precisione.

Israele osserva gli sforzi dell’Iran per fornire alla Siria e Hezbollah la tecnologia per produrre missili di precisione come un chiaro pericolo strategico. Se gli sforzi fossero riusciti, nel conflitto successivo, ciò averebbe consentito ai nemici di Israele di ostacolare la capacità dell’aviazione israeliana di colpire in modo efficace obiettivi strategici. È assolutamente possibile che nelle prime ore dell’8 settembre ciò che è avvenuto è un round della lotta di Israele contro il progetto di missili di precisione iraniano in Siria e in Libano.

Complicando ulteriormente la situazione, si scopre che una batteria missilistica russa 400-S è posizionata a breve distanza, a circa 19 miglia, dall’obiettivo mirato. E basta spostarsi a un breve tratto ed a ovest  e c’è un altro sito sospettato di essere un impianto di missili di precisione iraniana. Quella struttura non è stata attaccata. Chiunque abbia colpito l’impianto siriano l’8 settembre ha dovuto farlo, evitando la protezione aerea siriana e mantenendo il completo silenzio radiofonico. Questo è un gioco sensibile e pericoloso che le varie parti hanno giocato per diversi anni. Finora, sono riusciti a evitare un’escalation o una reazione.

Read more: http://www.al-monitor.com/pulse/originals/2017/09/israel-idf-drill-syria-golan-russia-putin-iran-hezbollah.html#ixzz4sTGp7Ob1

correlato: Il vero obiettivo dell’attacco aereo israeliano sul CERS siriano era inibire i rifornimenti di missili MLRS

JOIN THE DISCUSSION