La disinformazione sull’ attacco chimico e guerra siriana, spiegata da padre Livio Fanzaga

I principali media – in relazione al falso attacco chimico del 7 aprile  a Duma – hanno sostenuto le menzogne dei leader politici occidentali, Trump, la May e Macron. Sono stato sorpreso dal respiro e dalla nettezza  e lucidità con cui Padre Livio Fanzaga  ha commentato il fumo informativo  sull’attacco chimico e più in generale sulla guerra di Siria.

Ve ne propongo i passaggi salienti:

A riguardo [ dell’attacco chimico ] bisogna tener presente della propaganda, o comunque o meglio della disinformazione per quando riguarda le guerre.

La guerra prima di essere una guerra, è sempre caratterizzata da due aspetti indissolubili. Una guerra è sempre duplice come lo sono due le bestie dell’Apocalisse . Il diavolo agisce tramite le due bestie: una è il potere umano,  il potere politico militare ed economico; mentre  l’altro potere è simboleggiato  in una bestia che sembra una pantera quindi rapace violenta, aggressiva. La seconda bestia – fondamentale perché la prima bestia abbia successo – è simile ad un agnello che ha le corna. Quindi ovviamente richiama il falso profeta e quelli che si presentano come agnelli ma dentro sono lupi rapaci. Questa seconda bestia è la falsa profezia, la falsa religione, la disinformazione.

Si potrebbe dire  la menzogna, in generale, è la disinformazione. La disinformazione ha il compito di convincere la gente di adorare la prima bestia. cioè il potere, il potere umano. Questa è la più bella rappresentazione che si potesse fare delle due caratteristiche del demonio – che come dice il Signore nel vangelo di San Giovanni –   è il padre della menzogna. Quindi menzognero fin dal principio e omicida, impostore e violento.

Voi direte ma qui si comincia a far teologia quando si deve parlare delle cose di questo mondo? Scusate, le cose di questo mondo o si leggono dal punto di vista di Dio o non si capiscono.

D’altra parte quello che secondo me è uno dei massimi politologi di tutti i tempi, il Macchiavelli, aveva detto che il Principe di questo mondo – cioè il potere – è mezza volpe e mezzo leone.
Un animale – cioè il principe –  per sua natura deve essere , astuto , furbo, menzognero ingannatore e nello medesimo tempo deve essere rapace , violento, omicida.

Questa, cari amici, è la lettura politica e teologica della realtà nella quale viviamo. (…) Siamo di fronte in tempo di guerra a queste due bestie, cioè la violenza e la disinformazione.

Quindi capire cosa sta avvenendo in Siria non è mica facile sapete. Bisogna ringraziare Dio che con i tempi di internet, le varie idee , le varie interpretazioni, i vari punti di vista, circolano. Si può quindi valutare, confrontare, avere diverse forme di informazione. Quindi si può arrivare a capire come vanno esattamente le cose.

Padre Livio F. – Radio Maria (‘lettura cristiana della storia e della cronaca’ 12 aprile 2018)

Print Friendly, PDF & Email

JOIN THE DISCUSSION