In corso tentativo di scambiare i civili rapiti dietro rilascio di centinaia di terroristi dell’ISIS nel deserto

Circa 150 abitanti di al-Suwayda hanno tenuto una manifestazione davanti all’edificio del comune sito in piazza Sultan Pasha Al-Atrash ,  in solidarietà con le vittime del recente massacro e per i rapimenti. Il sito locale ‘ạlswydạ’ 24 ha riferito con alcune foto che i famigliari dei rapiti hanno esposto cartelli con foto e nomi dei prigionieri rapiti dall’ISIS . I sequestrati sono 20 donne e 16 bambini. Di questi, 4 donne sono riuscite a fuggire; due sono state uccise.  Il rapimento è avvenuto durante l’eccidio dei civili nel villaggio di Chabke, nella zona est della provincia di Suweida, a prevalenza drusa.

Proprio per la liberazione dei rapiti, il governo siriano non ha avuto scelta che consentire a circa 400 appartenenti al gruppo terroristico Khalid bin Walid, appartenente allo Stato Islamico (ISIS) di ottenere un salvacondotto per raggiungere la zona est di al-Suwayda. La popolazione civile è molto preoccupata per il trasferimento di elementi dell’ISIS nella propria zona di residenza.


Come abbiamo già segnalato in precedenza, mercoledì i terroristi dell’ISIS hanno compiuto una strage di civili nella cittadina drusa di al-Suwayda.La carneficina nella città di Sweida è stata compiuta sulla scia della nuova offensiva governativa per sradicare le forze ribelli e jihadiste dal sud del paese. Nell’eccidio che è iniziato all’alba i terroristi dell’ISIS hanno massacrato interi nuclei famigliari. Sempre nella stessa giornata due kamikaze si sono fatti esplodere nel locale mercato causando decine di vittime. In tutto la strage ha causato la morte di 247 persone (comprese membri della milizia locale di autodifesa) ed il ferimento di altre 200.

alcuni dei rapiti

alcuni dei rapiti

Una delegazione di parlamentari guidata dal ice-presidente del Consiglio, Necdet Anzor, e militari, ha visitato sabato la provincia di Swaida per presentare il cordoglio di Assad. Nella cittadina si è recata per lo stesso motivo anche una delegazione di Hezbollah che ha portato un messaggio a nome del segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah.

Sempre secondo alswyda 24 la guarnigione dell’aeroporto militare di Halhal, nel nord di Suwayda è stata attaccata oggi da elementi dell’ISIS. Le unità SAA hanno respinto il tentativo dei militanti di Daish di penetrare nella base aerea di Halhal dalla direzione sud-orientale poco dopo mezzanotte.  La guarnigione siriana è riuscita a respingere l’attacco ma un ufficiale e quattro militari sono morti.


Nel video datato 29 luglio 2018 funzionari governativi cercano di rassicurare la popolazione che la situazione è sicura.

Il massacro di al Sweida è stato del tutto silenziato dai media mainstream nazionali