Gli Stati Uniti vogliono fare in Siria un remake della Germania dopo la seconda guerra mondiale

Alla fine della seconda guerra mondiale, la Germania fu divisa in quelle che furono definite ‘aree di influenza’, che erano in effetti aree di colonizzazione, condivise tra i vincitori (Russia, Stati Uniti, Inghilterra e Francia). Fu allora deciso di condividere i resti di un vinto secondo la vecchia legge barbarica di vae victis (sventura ai vinti). Più di 70 anni dopo, la Germania è ancora un paese colonizzato, sebbene gli Stati Uniti siano riusciti a rimanere l’unico colonizzatore dopo un lungo periodo di divisione in due blocchi est-ovest dominati rispettivamente dall’URSS. e dagli Stati Uniti.

Oggi gli americani stanno facendo il possibile per ricostruire lo stesso modello in Siria cercando di dividere il paese in zone di influenza, i russi da una parte, e dall’altra cercano di aggrapparsi a qualsiasi parte del territorio che potrebbero mordicchiare, dimenticando rapidamente che la Siria non è un paese sconfitto e che ha ancora la scelta e i mezzi per rifiutarsi di essere colonizzata, contrariamente alla Germania del 1945. Per realizzare i loro scopi, gli Stati Uniti moltiplicano le proprie basi (ce ne sarebbero già 14), e parlano di loro come territori conquistati e pretendono di vietare l’accesso a chiunque all’infuori di loro stessi, compresi quelli che sono i legittimi proprietari.

Gli Stati Uniti iniziarono a occupare parte della Siria a piccoli passi, realizzando con pochi fatti compiuti ciò che i loro proxy jihadisti non erano riusciti a raggiungere. Con questo sistema, potrebbe ben essere che riescano a conquistare una larga parte del territorio siriano senza essere realmente andati in guerra direttamente contro la Siria, ma avendo semplicemente beneficiato del fatto che il mondo intero – eccetto loro – vuole assolutamente evitare tutto il rischio di guerra di grande portata. In effetti, è sempre più evidente che la loro intera strategia è di aumentare le tensioni e alimentare la paura di una guerra imminente, in modo che la preoccupazione principale del resto del mondo responsabile sia quella di disinnescare le crisi che creano. mentre, loro, continuano tranquillamente a portare avanti i propri progetti.

Avic – Rete internazionale

Foto: una base americana a Sarrin a sud di Kobane.

Scopri di più su http://reseauinternational.net/les-etats-unis-veulent-faire-en-syrie-un-remake-de-lallemagne-apres-la-deuxieme-guerre-mondiale/#4o0GWj0lByKFBRpo.99

Source link

Related

JOIN THE DISCUSSION