Il gas cloro non è arma chimica inserita nella lista delle armi proibite dell’OPCW

Il gas cloro non è arma chimica inserita nella lista delle armi proibite stilata dall’ Organisation for the Prohibition of Chemical Weapons (OPCW). Mi pare che sia una puntualizzazione da fare perché  è sostanziale per  una informazione corretta che bisognerebbe fornire al pubblico italiano ed internazionale.
Per quando concerne il gas clorino, è importante specificare che sul suo utilizzo in Siria non esistono evidenze affidabili. Questo però non vuol dire che si escluda a priori il suo utilizzo bensì che l’opposizione armata non  è stata in grado finora di fornire prove indipendenti.   

Al contrario, è utile sapere che componenti per gas velenosi sono stati trovati spesso nei magazzini sequestrati ai cosiddetti ribelli e nei depositi dell’ ISIS, come nel video che segue girato recentemente a Deir Ezzor in un ex deposito ISIS


Armi sequestrate ad ISIS vicino Deir Ezzor compresi strumenti elettronici di produzione israeliana , tute NBC e prodotti per armi chimiche.

Quindi sul piano del diritto internazionale l’accusa è priva dei necessari fondamenti giuridici.
In sostanza, bisogna tener conto che:
 
1) se il cloro è usato, lo è  da tutte le parti e non su larga scala.
 
2) il gas clorino non è inserito nell’elenco delle sostanze proibite da OPCW (la ragione sono molte, come per esempio che è un prodotto commerciale , che la sua vendita è libera e infine che è meno aggressivo dei gas nervini nell’ordine dai  2000 a 3000 volte .
 
Tutto ciò a suo tempo è stato evidenziato ancvhe dal presidente Obama, qui il video: “Pressed on Syria Crossing Red Lines, Obama Says Chlorine isn’t ‘Historically’ a Chemical Weapon”
 
Quindi, al di la del giudizio morale personale – che esula dal motivo della mia puntualizzazione che tende a colmare una lacuna informativa –  le cose stanno così.

Inutile dire che se si adottasse il giudizio morale, sarebbe sanzionato il vero aggressore (e si eviterebbe di fare le guerre e specialmente quelle umanitarie).

Per quando riguarda  i gas nervini, il capo del Pentagono gen Mattis ha detto che non ci sono prove che Assad  ha usato gas Nervini in Siria: http://www.vietatoparlare.it/pentagono-assad-non-usato-gas-velenoso-sul-suo-popolo/. Inutile dire che anche in questo caso la notizia ha avuta scarsissima eco.

 
Concludendo, con questi argomenti,  appare chiara la pretestuosità con cui i media trattano la questione dei gas nervini e del gas clorino senza specificare queste evidenze che proprio non sono ‘sfumature’.  Inutile dire il motivo del silenziamento su certe cose: si omette una notizia  per diffondere una certa narrativa che conosciamo.
 
Print Friendly, PDF & Email