I droni usati nell’attacco alle basi della Russia “potevano venire solo dagli Stati Uniti”

Il ministero della Difesa russo afferma di aver individuato un aereo da ricognizione americano che pattugliava il Mediterraneo durante l’attacco dei droni

Di  ALEXANDER MERCOURIS

Secondo l’agenzia di stampa russa  Interfax,  un membro anonimo del Consiglio della Federazione Russa – la camera alta del parlamento russo – ha detto che i tredici droni che hanno cercato senza successo Sabato per attaccare i due basi siriane e Hmeymim Tartous poteva venire solo dagli Stati Uniti.

Si noti che questo non dice che gli Stati Uniti hanno fornito i droni ai jihadisti che hanno guidato l’attacco, anche se questo è molto vicino.

Il rapporto Interfax della dichiarazione sull’origine americana dei droni da parte del membro del Consiglio della Federazione Russa è datata alle  16:31 ora di Mosca . Alle  16:50 ora di Mosca   – cioè 20 minuti dopo – Interfax riferì che il ministero della Difesa russo aveva dichiarato che al momento dell’attacco dei droni sulle basi siriane della Russia, un velivolo da ricognizione Americano era stato visto volare sopra il Mediterraneo.

Il rapporto Interfax non dice che l’aereo statunitense stava volando vicino alle due basi, ma l’implicazione è che era, e il tempismo dei due rapporti Interfax – separati l’uno dall’altro solo per 20 minuti – suggerisce che il programma di segnalazione del membro del Consiglio della Federazione Russa e del Ministero della Difesa russo sia stato coordinato.

L’agenzia di stampa libanese Al-Masdar, che è generalmente ben informato, aveva in precedenza riferito che l’attacco da parte di droni su due basi russe in Siria è stata condotta dallo Stato Islamico, probabilmente dai suoi restanti aree nel provincia di Idlib.

Da parte sua, gli Stati Uniti affermano che la tecnologia utilizzata negli attacchi con i droni è commercialmente disponibile, ed è importante dire che anche se un velivolo da ricognizione americano stava volando vicino alle basi russe al momento dell’attacco, potrebbe essere nient’altro che una coincidenza. Dopo tutto, non è affatto raro che aerei da ricognizione americani volino vicino alle basi russe.

Tuttavia, tutte le indicazioni sono che c’è un grande conflitto tra gli Stati Uniti e la Russia, i russi sono molto vicini a dire che gli Stati Uniti hanno partecipato all’attacco, e forse anche a dirlo apertamente. prossime ore o giorni.

A seguire poi.

Fonte: http://theduran.com/breaking-russian-official-claims-drones-used-attack-russias-syrian-bases-shipped-us/

Traduzione: Avic – Rete internazionale

Scopri di più su http://reseauinternational.net/les-drones-utilises-dans-lattaque-contre-les-bases-de-la-russie-ne-pouvaient-venir-que-des-etats-unis/#lyMRZPdfjtZW18sz.99

Source link

Print Friendly, PDF & Email