Deir Ez zor: 3 anni di assedio da parte di Isis ma l’università è rimasta sempre aperta

Nonostante più di tre anni di assedio da parte di ISIS, le scuole di Deir Ezzor non hanno mai smesso di funzionare. Per tutto il periodo, nella città c’è stata carenza di tutto, di cibo, di acqua, della luce. La vita è proseguita solo per i precari (e limitati)  rifornimenti aerotrasportati di cibo e medicinali (300 in un anno) fatti pervenire tramite l’aeronautica russo-siriana. I lanci con i paracadute hanno tenuto in vita circa 100.000 persone, ma con estrema difficoltà.  A questa sofferenza si aggiungeva il quotidiano stillicidio di proiettili e razzi dei miliziani dello Stato Islamico famelicamente protesi nel perenne tentativo di conquista della città. Ma la popolazione di Deir Ez Zor ha resistito fino alla fine e non si tratta solo della resistenza opposta tramite le armi: non è mai mancato la chiarezza dello scopo, il senso della propria dignità, è per questo che “lo studio dell’università è continuato in tutte le facoltà per tutto il periodo dell’assedio, durato più di tre anni”.

Guardando questa testimonianza e altri segni della vita vera che si oppone alla barbarie – uomini, donne e bambini che testimoniano questa grande dignità – penso a questo positivo e inevitabilmente capisco in modo ancora più terribile cosa hanno fatto a questa gente che non chiede che di vivere in pace…
(Vietato Parlare)

L’Università Al-Furat (Università Eufrate) di Der Ezzor è una delle università più moderne del paese. È stata fondata nel 2006 per offrire l’istruzione in 17 facoltà differenti agli studenti delle province orientali in Siria: Der Ezzor, Hasakah e Raqqah.

È composta dalle seguenti facoltà distribuite tra i 3 centri provinciali: Facoltà di Odontoiatria, Collegio di Veterinaria, Collegio of Ingegneria,  Facoltà di Medicina, Facoltà di Educazione in Al-Raqqa , Facoltà di Scienze di Al-Raqqa, Facoltà di Lettere e Filosofia di Raqqa.

A causa degli attacchi mirati contro tutti gli istituti di istruzione in Siria e siccome lo stato considera l’istruzione come un bisogno fondamentale di ogni cittadino e lo offre gratuitamente, agli studenti di collegi occupati o distrutti dai terroristi sono stati offerti posti presso altre università del paese.

Nel 2013 in Deir Ezzor i ‘Rebelli moderati’ hanno rubato l’equipaggiamento di 9 facoltà e in Hasaka alcune delle facoltà sono state saccheggiate e i professori sono stati rapiti, mentre alcuni membri del personale non-docente e dell’amministrazione sono stati assassinati.

Nell’assedio imposto a Deir Ezzor da parte dei terroristi di Nusra per i primi 2 anni e successivamente dai terroristi dell’ISIS negli ultimi 3 anni, gli studenti hanno continuato gli studi nonostante i bombardamenti e nonostante i cecchini sparassero dalle loro posizioni. Anche i soldati che proteggono la città hanno continuato i loro studi, poiché molti di loro che hanno aderito alle unità combattenti che difendono la città sono rimasti durante i 5 anni senza lasciare o essere sostituiti.

fonte: Siria News

Related