Asma Assad si è cominciata a sottoporre alla chemio per un tumore

Asma Assad la first lady siriana, si sta sottoponendo ad una serie di cure chemioterapiche a Damasco perché è affetta di un cancro maligno al seno. In tutto il periodo della guerra siriana si è fatta benvolere ed amare del suo popolo per le sue doti umane e per i suoi sentimenti per la sua patria. L’occidente e specialmente la Gran Bretagna si è comportata in maniera vergognosa con lei e le ha tolto ogni diritto di accesso, avendo la colpa di essere una moglie amorevole ed una buona madre come tutte le madri siriane. E’ una donna che non si è mai sottratta al bisogno ed alla sofferenza del suo popolo ed ha cercato in tutti i modi di lenire e di far sentire la sua gente di resistere  come nazione unica, dignitosa, tollerante.

Asmāʾ al-Assad è nata ad Acton, distretto del borough londinese di Ealing, nel 1975, in una benestante famiglia siriana di religione sunnita proveniente dalla città di Homs. Il padre, Fawaz Akhras, era cardiologo, mentre la madre lavorava all’ambasciata siriana di Londra.

Conosce il futuro marito Bashar al-Assad, figlio dell’allora presidente Hafiz, quando Bashar studia oftalmologia a Londra fra il 1992 e il 1994. Alla morte di Basil al-Assad, fratello maggiore di Bashar e fino a quel momento considerato l’erede designato del padre, Bashar torna in Siria per essere addestrato al ruolo di presidente.

Asma si laurea in informatica nel 1996, e studia inoltre letteratura francese. Nel 1997 comincia a lavorare presso la sede londinese della Deutsche Bank come analista nel ramo vendita ed acquisto degli hedge fund, occupandosi dei clienti nell’Estremo Oriente e in Europa. Passa poi, un anno dopo, alla J.P. Morgan (l’attuale JPMorgan Chase), dove lavora fino al matrimonio nel 2000.

Torna a vivere in Siria nel novembre del 2000 e il mese successivo sposa Bashar al-Assad, che a giugno era diventato Presidente in seguito alla morte del padre Hafiz.

A differenza delle precedenti first ladies siriane, Asmāʾ al-Assad mantiene un alto profilo, occupandosi in prima persona di eventi caritatevoli, ma anche politici e diplomatici. Dà vita a progetti per lo sviluppo economico della Siria, tra cui la prima ONG siriana per lo sviluppo rurale, il Fondo per lo sviluppo rurale integrato della Siria (Fund for Integrated Rural Development of Syria o F.I.R.D.O.S.) che si occupa di sviluppo rurale sostenibile.

Si è occupata anche di educazione femminile nel mondo arabo e del ruolo delle donne imprenditrici, della diffusione dei libri per bambini, dello sviluppo dell’informatica.

La sua attività nell’appoggiare eventi culturali, e in particolare storici ed artistici, le è valso il conferimento, da parte dell’Università La Sapienza di Roma, di una laurea “HONORIS CAUSA” in archeologia.

Asmāʾ e Bashar al-Assad hanno tre figli, Hafez, Zein e Karim, nati rispettivamente intorno al 2003, al 2005 e al 2006.